Houses of parliament MP's drinking Wine. Winewizard Aerator.

La cantina dei vini delle Houses of Parliament: una gemma nascosta

The Houses of Parliament, situato a Westminster, Londra, è un edificio storico noto per la sua iconica torre dell'orologio e per il suo ruolo di centro della vita politica britannica. Ma, nascosta nel profondo dell'edificio, c'è un altro gioiello meno noto: la cantina. In questo blog esploreremo la storia e il significato della cantina del Parlamento.

La storia della cantina:

La cantina delle Houses of Parliament esiste da secoli e da altrettanto tempo svolge un ruolo importante nella vita politica britannica. Inizialmente era utilizzato per conservare il vino per la monarchia e successivamente è stato ampliato per soddisfare le esigenze della Camera dei Comuni e della Camera dei Lord. La cantina è stata utilizzata anche come luogo sicuro per conservare documenti e manufatti di valore e come luogo di incontro per leader politici e dignitari.

La collezione di vini:

La cantina delle Houses of Parliament ospita una collezione di vini pregiati provenienti da tutto il mondo, tra cui alcune delle annate più ricercate di Francia, Italia e Spagna. La collezione comprende anche una vasta gamma di champagne, brandy e vini liquorosi. I vini vengono accuratamente selezionati e conservati per garantirne la qualità e la longevità, e vengono utilizzati per eventi e occasioni speciali, come cene di stato e ricevimenti parlamentari.

Il ruolo della cantina oggi:

Oggi, la cantina delle Houses of Parliament continua a svolgere un ruolo importante nella vita politica britannica. Viene utilizzato per eventi e ricevimenti ufficiali, ed è disponibile anche per visite private e degustazioni per il pubblico. La cantina funge da simbolo della ricca storia e tradizione delle Houses of Parliament e offre uno sguardo unico nel mondo del buon vino e della vita politica britannica.

The Government Wine Cellar (GWC) è un fornitore di vino per supportare il lavoro diospitalità del governo del Regno Unito. È stata fondata nel 1908 e dal 1922 è ospitata in una cantina della Lancaster House di Londra. Si stima che la cantina contenga circa 39.000 bottiglie di vino e liquori per un valore stimato di oltre 2 milioni di sterline.

La cantina è gestita quotidianamente dal maggiordomo governativo ed è supervisionata dal capo dell'ospitalità governativa che rientra nella giurisdizione del Ministero degli Esteri . Originariamente era rifornito su consiglio del Comitato consultivo per l'ospitalità del governo per l'acquisto del vino, un quango che è stato abolito nel 2010. [1] Prima della sua abolizione, il comitato si riuniva due o tre volte l'anno in cantina, attorno a un tavolo scolpito da un olmo abbattuto a St James's Park intorno al 1830. Il ruolo del comitato era quello di degustare i vini, formulare raccomandazioni per nuovi acquisti per mantenere la cantina rifornita e vendere una parte sul mercato aperto per finanziare il processo di ripopolamento. Hanno anche classificato i vini e offerto suggerimenti di servizio. [2]

Dal 2010 la cantina è stata rifornita secondo le raccomandazioni di un comitato specializzato di Masters of Wine , presieduto da un ex diplomatico. [2] A parte il maggiordomo del governo, l'accesso alla cantina è strettamente limitato ai segretari e ai ministri permanenti. [3] [4]

Il vino viene servito secondo un sistema complesso. I ministri sono invitati a dare le loro preferenze quando entrano in carica. Di solito si tiene conto del cibo servito al banchetto o alla funzione. Vengono prese in considerazione anche le sensibilità e le usanze nazionali, ad esempio quando è presente una delegazione cinese vengono utilizzate annate del 1988, poiché "8" è considerato un numero fortunato in Cina. [5]

La cantina comprende vini di Château Lafite , Cheval Blanc , Cos d'Estournel , Mouton Rothschild e Le Pin . In precedenza aveva tenuto oltre diciassette diversi tipi di Champagne , tra cui un magnum di Champagne Krug 1964 e detiene ancora alcolici preziosi come un Grand Fins Bois Cognac del 1878 e un Porto Quinta do Noval del 1931. Si stima che i vini inglesi e gallesi rappresentino il 44% di tutti quelli serviti nel 2016, incluso il demi-sec di Nyetimber . Il Ministero degli Esteri ha dichiarato che il massimo che la cantina ha mai speso per una singola bottiglia di vino è di £ 100.

La cantina delle Houses of Parliament è un gioiello nascosto ricco di storia e tradizione. Con la sua collezione di vini pregiati e il suo ruolo nella vita politica britannica, la cantina serve a ricordare l'importanza del vino nella nostra società e il ruolo che ha svolto nel plasmare la storia del nostro mondo. Che tu sia un amante del vino, un appassionato di storia o semplicemente qualcuno che apprezzi le cose belle della vita, una visita alla cantina del Parlamento sarà sicuramente un'esperienza memorabile.

Torna al blog
1 su 3