Robert Parker, Wine Critic

Chi è Robert Parker (Parkers Wine Guide)?

Robert Parker è uno dei critici enologici più influenti al mondo. È meglio conosciuto per la sua pubblicazione, The Wine Advocate, che valuta e recensisce i vini di tutto il mondo. Il sistema di valutazione a 100 punti di Parker è diventato uno standard nell'industria del vino e le sue recensioni sono ampiamente rispettate sia dai consumatori che dai professionisti del vino.

Nato a Baltimora, nel Maryland nel 1947, Parker ha iniziato la sua carriera come avvocato prima di trasformare la sua passione per il vino in una professione a tempo pieno. Nel 1978, ha lanciato The Wine Advocate, che si è rapidamente guadagnato una reputazione per le sue recensioni accurate e imparziali. Il palato di Parker era noto per la sua precisione e coerenza, ed era noto per essere particolarmente affezionato ai vini di Bordeaux e della California.

Il sistema di valutazione a 100 punti di Parker si basa sulla qualità complessiva di un vino, dove 100 è il punteggio più alto possibile. I vini che ottengono un punteggio pari o superiore a 90 sono considerati "eccezionali", mentre quelli con un punteggio compreso tra 80 e 89 sono considerati "da buoni a molto buoni". È noto che le valutazioni di Parker hanno un impatto significativo sul prezzo e sulla disponibilità di un vino, con vini molto apprezzati che spesso si esauriscono rapidamente.

Oltre al suo lavoro con The Wine Advocate, Parker ha anche scritto diversi libri sul vino, tra cui "The World's Greatest Wine Estates", "Bordeaux: A Consumer's Guide to the World's Finest Wines" e "Wine Buyer's Guide".

Nonostante la sua influenza e il suo successo, Parker è stato anche oggetto di alcune controversie. Alcuni critici lo hanno accusato di essere troppo influente e di avere un palato troppo americano. Altri hanno sollevato preoccupazioni sui conflitti di interesse, poiché Parker è noto per investire nei vini e nelle cantine che recensisce.

Nonostante queste critiche, l'eredità di Robert Parker nel mondo del vino è innegabile. Il suo palato, il suo sistema di valutazione e la sua pubblicazione continuano a plasmare il modo in cui le persone pensano e apprezzano il vino.
Torna al blog
1 su 3